giovedì, febbraio 19

Repubblica delle banane


Torna la rubrica per conoscere la vostra opinione. Non so se lo sapete, ma la settimana scorsa ci sono state le elezioni in Sardegna e di nuovo ha vinto il partito di Berlusconi, dopo aver monopolizzato la campagna elettorale e anche i mass media italiani.
E a proposito di governo berlusconiano, sembra che l'Italia sia diventata una vera e propria repubblica delle banane. Decreti-leggi che si approvano a convenienza, battutte inapropriate da un politico teoricamente democratico, immigrati che vengono giudicati soltanto per il fatto di aver desiderato una vita migliore, cittadini impauriti che si fanno la giustizia da sé, ecc., ecc.
Visto che in questi giorni si parla dell'immigrazione come problema, che ne pensate di questo?

Immigrato=delinquente
Delinquente del paese=povero uomo

Date un'ochiata all'articolo e ditemi la vostra.
E non dimenticate di votare nell'inchiesta sopra.

5 commenti:

Miguel ha detto...

Ciao Merche:
Ho letto la cronaca di Paola D’amico, e penso che il cittadino non deve essere il poliziotto, il vigile urbano del quartiere.
Lo stato deve garantire la sicurezza di persone e cose. Ma quando questo non è reale, e è in pericolo la nostra famiglia, il nostro patrimonio, le cose si vedono diverse.
C’é che stare nella pelle di questi cittadini per giudicare. Non si fanno queste cose per divertimento.
Non mi piace parlare di politica, e penso che il comento sopra Berlusconi e la sua politica è perche frequentiamo un corso d’ italiano. È vero? Se non è così, ci sono altri politici. (per ess. Chaves…..ecc )
Quì chiudo la cronaca politica . Ciao.
Ah! Mi piace la “insegna tricolori”. Ja, ja, ja.

Merche ha detto...

Certo, Miguel, purtroppo ce ne sono altre repubbliche delle banane nel mondo, e l'esempio di Chavez mi sembra giusto.
In questi giorni vi propongo temi "berlusconiani" perché ci sono un po' di cambiamenti politici e sociali importanti in Italia. Cercherò nei prossimi post di inserire qualcosa di più leggero (cultura, spettacoli...)
Comunque, il problema con gli immigrati è che non li dobbiamo considerare TUTTI delinquenti, c'è di tutto in tutte le parti, secondo me (indipendentemente da dove provengano)

Miguel ha detto...

Ciao Merce:
Oggi ho letto nel giornale locale che Italia (il governo di Berlusconi) ha approvato “le ronde” (gruppi di cittadini per il controllo, la vigilanza delle strade)
Forse con questa misura, c’è meno delinquenza. Magari!
Nessuna persona con due dita di fronte, può pensare che immigrato = delincuente. Neanche, dopo un delito se può dire: “Tutti i (professione) sono…… Tutti i (colore) sono……. Tutti i (origine) sino….. Ma una cosa è certa; queste persone, straniere o non, come tu e come io, precisano mangiare tutti i giorni. Questo può essere l’ origine della delinquenza, ma non di tutta. Adesso mi faccio alqune domande:
Forse le autorità mondiali chiudono gli occhi davanti al problema?
Forse le autorità (in origine) pensano: un uomo che esce, un problema meno?
Forse le autorità (in destino) non hanno saputo regolare l’ immigrazione?
Sono queste persone responsabili indirette del delito?
Dove pagare il cittadino senza colpa?
Non ho risposte e ho molto sonno. BUONANOTTE!!

itziar ha detto...

Ciao.
Scusatemi, ma non ho visto il link al articolo; non l'ho trovato e mi piacerebbe leggerlo. Dove sta?
Grazie.
Buon fine settimana
Itziar

Merche ha detto...

Ciao Itzi, il link lo trovi proprio sull 'entrata, comunque sarebbe:

http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/09_febbraio_16/cittadini_si_difendono_da_soli-1501004833271.shtml

E ancora peggio, le ronde sono state approvate da un decreto legge:

http://www.repubblica.it/2009/02/sezioni/politica/dl-sicurezza-2/ok-cdm/ok-cdm.html