lunedì, marzo 23

La Mennulara

L'ultimo libro che ho letto è stato La Mennulara, il romanzo d'esordio del 2002 di Simonetta Agnello Hornby. In esso si racconta la vita e la morte del suo personaggio principale, Rosalia Inzerillo, detta la Mennulara , nella cornice di una Sicilia mista tra sentimenti arcaici e la rincorsa alla ricchezza.

All'inizio del romanzo tutto sembra confuso: troppi nomi, troppi personaggi, troppi segreti nascosti, ma man mano che uno legge comincia a capire le vicende della famiglia Alfallipe, per la quale lavora la Mennulara fin dall'età di 13 anni. E piano piano ci si coinvolge con la storia.

E proprio attraverso gli abitanti del paese, il racconto si sviluppa: di capitolo in capitolo, il racconto si svolge attraverso un diverso io narrante, in cui la figura della Mennulara emerge al di sopra degli altri personaggi. Le passioni, la violenza, la malattia, le amanti, la vita e la morte ma anche il pettegolezzo che tutto porta e tutto trasforma.

La Mennulara è un romanzo misterioso, amaro e a volte divertente. Alla fine la personalità più complessa, però, rimane proprio quella della protagonista, Rosalia Inzerillo, detta, appunto, la Mennulara.

Provate ad indovinare cosa significa "mennulara":

a. raccoglitrice di mandorle

b. pettegola (in dialetto siciliano)

c. domestica

7 commenti:

DAVIDE ha detto...

Ciao ragazzi,
Vabbè, ci provo, "La Mennulara" penso significhi "Raccoglitrice di mandorle"... (????)
A dopo.

Anonimo ha detto...

Puo essere la domestica?
Ciao:
Reyes

Merche ha detto...

Forse sì, forse no... vi lascio ancora un po' di tempo e così rimanete con la curiosità...

Miguel ha detto...

Rosalia Inzerillo, detta la Mennulara, per essere stata in gioventù raccoglitrice di mandorle. La Mennulara, domestica a servizio della famiglia Alfallipe fin dall’età di 13 anni, aveva ricoperto un ruolo ben più importante di quello di cameriera, in quanto, grazie alla sua brillante intelligenza, era stata anche l’amministratrice di tutti i beni della famiglia...........

Questo lo ho copiato, io non so scrivere così ma .....risponde alla tua domanda?

Ciao. A domani.

Merche ha detto...

Certo Michele, il compito non era difficile...
Comunque non so se sarà una parola in dialetto, ma non ho trovato l'etimologia. Probabilmente sia un'alterazione della parola "mandorla", ma non ne sono tanto sicura. Se qualcuno/a lo scopre, lo può condividere con noi nel blog?
Grazie.

luz ha detto...

ciao merche: ho letto il libro sul internet e nel testamento dice:"per la criata che sono di casa Alfallipe e la servì fino a la morte" lei ha servito questa famiglia fra l´età de tredici anni. Ma sul giornale di Sicilia dice: amministratrice e persona di casa Alfalipe. beh!.. non so puo avere stato come racoglitrice di mandorle primo entrare da questa casa

Merche ha detto...

Effettivamente Luz, prima di fare la domestica a casa degli Alfallipe, ha lavorato come raccoglitrice di mandorle, che sembra che fosse un mestiere comune dell'epoca. Ed è da lì che le viene "il nomignolo".
La paralo "mennulara" deve essere dialetto siciliano, è l'unica cosa che ho potuto sapere chiedendo alcuni italiani del sud.